Agevolazioni Tariffarie

Ultima modifica 14 giugno 2021

Bonus luce, gas e acqua (per disagio economico):

Dal 1° gennaio 2021 i bonus sociali per disagio economico saranno riconosciuti automaticamente ai cittadini/nuclei familiari che ne hanno diritto, senza che questi debbano presentare domanda come stabilito dal decreto legge 26 ottobre 2019 n. 124, convertito con modificazioni dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157.
Le condizioni necessarie per avere diritto ai bonus per disagio economico non cambiano:

  • appartenere ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro, oppure;
  • appartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro, oppure;
  • appartenere ad un nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

Uno dei componenti  del nucleo familiare ISEE deve essere intestatario di un contratto di fornitura elettrica e/o gas e/o idrica con tariffa per usi domestici e attivo, oppure usufruire di una fornitura condominiale gas e/o idrica attiva.
Ogni nucleo familiare ha diritto a un solo bonus per tipologia - elettrico, gas, idrico - per anno di competenza.
Chi ha diritto al bonus luce, gas e idrico per disagio economico non dovrà più presentare una specifica domanda presso il Comune.


Bonus luce (per disagio fisico):

Questa agevolazione è riconosciuta, in caso di gravi condizioni di salute, per l’utilizzo di apparecchiature elettromedicali che comportano un elevato consumo di energia elettrica.
L’agevolazione non è legata all’ISEE, ma l’ammontare dipende dal consumo annuo dei macchinari salvavita utilizzati.
I potenziali beneficiari devono farne richiesta presso il Comune compilando il modulo allegato "Domanda Bonus Sociale Energia per disagio fisico" con il certificato rilasciato dall'Azienda ULSS 7 (Ufficio Protesica) sempre qui allegato.
Per maggiori informazioni contattare il numero 0424 584 110 nei seguenti orari: martedì dalle 9.00 alle 12.30 e giovedì dalle 16.00 alle18.00.


Tessere agevolate di viaggio:

Possono ottenere agevolazioni di viaggio le fasce deboli dell'utenza, identificate nei pensionati con trattamento economico non superiore al minimo INPS, di età superiore ai sessanta anni, privi di redditi propri, nonché gli invalidi e portatori di handicap, formalmente riconosciuti dalle commissioni mediche previste dalla legislazione vigente, con grado di invalidità non inferiore al 67% o equiparato. Agli aventi diritto minori di età ed ai non vedenti, è riconosciuta l'agevolazione anche per l'accompagnatore.
Per maggiori informazioni contattare il numero 0424 584 110 nei seguenti orari: martedì dalle 9.00 alle 12.30 e giovedì dalle 16.00 alle18.00.


Qui di seguito altre informazioni relative le agevolazioni sulla linea telefonica e il canone TV.

Riduzione o esenzione canone Telecom:

La riduzione del 50% dell’importo mensile di abbonamento può essere richiesta dai nuclei familiari in cui siano contemporaneamente soddisfatti un requisito economico (Indicatore ISEE del nucleo familiare non deve essere superiore a 6.713,94 €) ed almeno uno dei seguenti requisiti sociali: all'interno del nucleo familiare deve essere presente una persona che percepisce la pensione di invalidità civile o la pensione sociale, oppure un anziano di età superiore ai 75 anni o il capo famiglia disoccupato.
L’esenzione totale dal pagamento dell’importo mensile di abbonamento può essere richiesta dai nuclei familiari in cui vi sia una persona sorda, definita tale ai sensi della Legge n. 381 del 1970 e successive modifiche, ed avente diritto alla indennità di comunicazione di cui alla Legge n. 508 del 1988 e successive modifiche.
Per presentare la domanda di richiesta è necessario compilare l’apposito modello predisposto da Telecom Italia ed inviarlo, insieme a tutta la documentazione, al numero verde FAX di Telecom Italia 800 000 314.
Maggiori informazioni sono reperibili a questo link.


Esonero canone RAI per anziani:

Per avere diritto all’esenzione annuale e’ necessario aver compiuto 75 anni (o un eta’ superiore) entro il 31/01, con un reddito annuo proprio e del coniuge non superiore complessivamente a 8.000 euro e senza conviventi titolari di un reddito proprio (fatta eccezione per collaboratori domestici, colf e badanti).
E' necessario presentare una dichiarazione sostitutiva (sezione I dell'apposito modello) con cui attestano il possesso dei requisiti per essere esonerati dal pagamento del canone TV.
L’agevolazione compete se nell’abitazione di residenza si possiedono uno o più apparecchi televisivi, mentre non compete nel caso in cui l’apparecchio televisivo sia ubicato in luogo diverso da quello di residenza.
L’agevolazione spetta per l’intero anno se il compimento del 75° anno è avvenuto entro il 31 gennaio dell’anno stesso.
Se il compimento del 75° anno è avvenuto dal 1° febbraio al 31 luglio dell’anno, l’agevolazione spetta per il secondo semestre.
I soggetti che hanno presentato la dichiarazione sostitutiva, se le condizioni di esenzione permangono, possono continuare a beneficiare dell’agevolazione anche nelle annualità successive, senza procedere alla presentazione di nuove dichiarazioni.
Se, invece, si perdono i requisiti attestati in una precedente dichiarazione sostitutiva, ad esempio perché si supera il limite di reddito previsto, è necessario presentare la dichiarazione di variazione dei presupposti (sezione II del modello di dichiarazione sostitutiva).
Maggiori informazioni sono reperibili a questo link.

Allegato ULSS utilizzo apparecchi elettromedicali
Allegato formato pdf
Scarica
Domanda Bonus Sociale Energia per disagio fisico
Allegato formato pdf
Scarica