Regione Veneto

Sabato al Palarosà il Consiglio Comunale assegna il premio Città di Rosà

Pubblicato il 10 gennaio 2019 • Comunicati stampa Via Segafredo F., 36027 Rosà VI, Italia

È stato anticipato a sabato pomeriggio, con inizio alle 17.00 al PalaRosà (e non in Sala Consiliare), il Consiglio comunale straordinario che, come unico punto all’ordine del giorno, ha l’assegnazione del premio CITTÀ DI ROSÀ 2019.

Questa mattina, in Municipio, il sindaco Paolo Bordignon accompagnato dal vicesindaco, Simone Bizzotto, dall’assessore alle Attività Produttive, Fabio Vivian e dal presidente del Consiglio comunale, Giandomenico Bizzotto, ha presentato l’appuntamento che, come da tradizione, si tiene a ridosso della festa di Sant’Antonio Abate, patrono del Paese (17 gennaio).

La Commissione cultura ed i capigruppo in Consiglio comunale hanno convenuto di assegnare per l’anno 2019 il premio Città di Rosà ai QUARTIERI DI ROSÀ.

«Apriamo l’anno con questo riconoscimento – ha spiegato il Sindaco – che abbiamo voluto assegnare ai Quartieri di Rosà in occasione del loro quarantennale. È un doveroso modo di ringraziare tutti i volontari dei 28 quartieri di Rosà, quelli del Centro che sono i fondatori e delle Frazioni, divenuti un punto di riferimento per l’Amministrazione, di controllo del Territorio oltre a rivestire una grande valenza sociale ed identitaria».

Con i Rappresentanti dei Quartieri (il previsto nutrito numero di partecipanti ha comportato, per questo, lo spostamento al palazzetto dello sport di via San Bonaventura) per l’occasione saranno presenti, tra gli altri, don Egidio Girolimetto che ha contribuito, 40 anni fa, alla nascita dei Quartieri e don Angelo Corradin, trait d’union tra l’attività civile e quella religiosa. Verrà inoltre ricordato Giulio Olivo, recentemente scomparso, che molto si è speso per la crescita e coordinamento dei rioni rosatesi.

«L’anniversario della nascita dei Quartieri e la scomparsa del loro coordinatore, definito il “presidente dei presidenti” – ha spiegato il vicesindaco, Simone Bizzotto – ci ha indotto ad assegnare il premio ai Quartieri, dando così testimonianza alla Comunità del loro ruolo sociale. I Quartieri, nel corso degli anni, sono divenuti un interlocutore importante per l’Amministrazione comunale. Sono la sentinella nel Territorio oltre ad essere un punto di riferimento dove si tessono relazioni grazie al grande apporto del volontariato».

Su segnalazione delle Categorie economiche del territorio, al termine del Consiglio comunale, verranno poi insignite del premio ROSÀ CHE LAVORA le ditte che per traguardi di anzianità, tipologia di prodotto o know-how hanno raggiunto nel tempo dei risultati di valore.

Nello specifico verranno premiate, come annunciato dall’assessore Fabio Vivian: SDR PACK spa (Ass. Industriali – produzione e commercio di articoli in polietilene, plastici ed affini), GOLD LINE di Luigina Grigoletto (Artigiani – estetica), GIOVANNI BRUNELLO (Commercianti – articoli sportivi), CHIMINELLO F.LLI srl (APINDUSTRIA – produzione e lavorazione di lamiere in acciaio), AZIENDA AGRICOLA COMUNELLO PIETRO (Coltivatori Diretti – azienda agricola).

Un riconoscimento verrà dato al CIVICO 130 di Salvador Giulia per i 35 anni di attività di pubblico esercizio ed ad IMARC spa per aver espanso la propria attività dando occupazione e contribuendo allo sviluppo del tessuto sociale.

Tra le novità di questa edizione l’istituzione di un premio ai dipendenti e collaboratori che, come ha spiegato l’assessore Vivian, «si sono distinti nel territorio rosatese per meritocrazia. Un riconoscimento che ci viene segnalato dalle Categorie Economiche che si aggiunge a quello che va agli imprenditori che hanno un ruolo rilevante a Rosà a livello economico, del lavoro  e sociale».

La prima edizione del premio verrà assegnato a MAURIZIO FERRARO per aver “ottenuto il Premio Fedeltà dalla Confartigianato anno 2018 per l’attaccamento al lavoro e all’azienda di appartenenza F.lli Bordignon snc”.

La giornata dedicata ai festeggiamenti al Santo Patrono si concluderà alle ore 21.15 in Duomo con la 22ª edizione del concerto di Sant’Antonio Abate promosso dalla Parrocchia di Rosà e dal Teatro Montegrappa. Per l’occasione, in collaborazione con il Teatro Stabile del Veneto, sotto la direzione del M° Antonio Segafreddo, l’Orchestra di Padova e del Veneto suonerà musiche sul tema “La Passione”.

Manifesto Concerto

Allegato 288.00 KB formato pdf
Scarica