Comunicati Stampa

3.700.000 euro di interventi alla Primaria Pascoli

1803_Pascoli2.jpg

Nel capitolo dei lavori pubblici, l’edilizia scolastica ha un ruolo centrale per l’Amministrazione guidata dal sindaco, Paolo Bordignon. Non solo il polo scolastico di Cusinati San Pietro aperto ad inizio 2017 ne è valido esempio ma lo sono anche gli interventi di efficientamento energetico e messa in sicurezza dei plessi di S. Anna, Travettore e della Secondaria di Primo grado del Capoluogo finanziati per 80% da un contributo regionale per un importo di pari a 1.412.000 euro su un intervento totale di 1.765.000 euro.

Di particolare oggetto di attenzione è stata la scuola Primaria Pascoli del capoluogo. Nel 2015 il Comune presentando un progetto complessivo di 530 mila euro, ha ricevuto dalla Regione Veneto un contributo di 250 mila euro alla quale se ne aggiungono ulteriori 40 mila euro stanziati dalla Fondazione Cariverona per l’adeguamento sismico ed energetico dell’ala nord-ovest. L’edificio è stato messo in sicurezza (con rafforzamento delle travi centrali, delle fondazioni e dei solai antisfodellamento) ed in parallelo si è intervenuti per il miglioramento dell’efficientamento con sostituzione dei serramenti e realizzazione del cappotto termico.

Il 2018 sarà l’anno del secondo stralcio. Il Comune di Rosà è tra i sei Comuni in Italia beneficiari del contributo dell'5x1000 per interventi di miglioramento sismico ed efficientamento energetico che interesseranno il corpo centrale della Pascoli. Il finanziamento è pari a 1.221.887 euro per un importo complessivo di lavori di circa 3.700.000 euro.

Nei giorni scorsi la Giunta comunale ha approvato il progetto esecutivo dei lavori. Tale intervento affronterà due aspetti: la messa in sicurezza della struttura portante e l'efficientamento energetico del padiglione centrale della scuola, risalente agli anni '60. Il padiglione che si apre lungo via Mons. Filippi, invece, verrà demolito e ricostruito ex-novo, al fine di migliorarne la funzionalità degli spazi.

Un intervento di grande rilevanza come conferma il Sindaco: «complessivamente la scuola cambierà completamente aspetto, sia internamente che esternamente, con una nuova ridistribuzione interna degli spazi, nuovi impianti e finiture».

L’avvio di cantieri è previsto nel corso dei mesi estivi, per ridurre al minimo i disagi per l’attività scolastica.

«Con questi lavori – prosegue il Sindaco – completiamo il percorso di messa in sicurezza di tutti gli edifici scolastici per una scuola sicura ed accogliente, pilastro di formazione dei nostri ragazzi e del nostro futuro».