Comunicati Stampa

Un nuovo varco elettronico a controllo dei mezzi

La tecnologia è strumento sempre più utile nel controllo del territorio. A Rosà, ne sono valida dimostrazione le 39 telecamere ad alta tecnologia mobile di tipo Dome che in tempo reale trasmettono le immagini con Ip dei punti più sensibili del Paese.

Ma lo è anche il varco elettronico posto a Cusinati per il controllo dei mezzi che transitano lungo la Statale in direzione nord, utile tanto per azioni di Polizia Giudiziaria quanto per monitorare i mezzi con assicurazione o revisione non in regola. Al passaggio del veicolo, il sistema dotato di telecamere, registra il numero di targa del mezzo e lo invia al sistema di controllo che verifica se il mezzo è in regola. Un’alert viene nel caso inviato all’operatore, nel caso specifico un agente della Polizia Locale che se presente in loco può procedere alla ferma del mezzo in transito. I dati e le immagini vengono trattati nel rispetto delle norme sulla privacy in vigore.

Con l’obiettivo di accrescere la sicurezza, uno dei punti centrali del mandato elettorale dell’Amministrazione Bordignon, verrà installato nei prossimi giorni un nuovo controllo dei passaggi lungo la Statele 47, questa volta nella direttrice nord-sud. Modalità di utilizzo e tecnologia utilizzata saranno le stesse del varco a sud, ma questa permetterà di monitorare i mezzi che dalla futura Superstrada Pedemontana (l’attuale Nuova Gasparona) si immetteranno non solo sulla Statale ma si dirigeranno anche nella direttrice est ed ovest lungo la Regionale per Castelfranco e per Nove-Marostica.

«Siamo stati tra i primi comuni del Comprensorio ad investire sul controllo elettronico dei veicoli in passaggio – spiega il sindaco, Paolo Bordignon – uno strumento molto utile che mettiamo a disposizione delle Forze dell’Ordine e della nostra Polizia Locale.»

Va ricordato che la Giunta comunale, valutati i positivi riscontri dell’attività svolta dal 2015, con oltre 80% di servizio in esterna per il controllo del territorio, ha presentato al Consiglio comunale nella seduta dello scorso dicembre, il quale ha votato ad unanimità (14 favorevoli ed 1 astenuto), il rinnovo della convezione del servizio di Polizia Locale con il Consorzio Nordest Vicentino sino al dicembre del 2022. Rosà per i prossimi cinque anni rimarrà sede dell’Unità Decentrata con la presenza del vice-commissario a capo dell’intera struttura locale.

La tecnologia è strumento sempre più utile nel controllo del territorio. A Rosà, ne sono valida dimostrazione le 39 telecamere ad alta tecnologia mobile di tipo Dome che in tempo reale trasmettono le immagini con Ip dei punti più sensibili del Paese.

Ma lo è anche il varco elettronico posto a Cusinati per il controllo dei mezzi che transitano lungo la Statale in direzione nord, utile tanto per azioni di Polizia Giudiziaria quanto per monitorare i mezzi con assicurazione o revisione non in regola. Al passaggio del veicolo, il sistema dotato di telecamere, registra il numero di targa del mezzo e lo invia al sistema di controllo che verifica se il mezzo è in regola. Un’alert viene nel caso inviato all’operatore, nel caso specifico un agente della Polizia Locale che se presente in loco può procedere alla ferma del mezzo in transito. I dati e le immagini vengono trattati nel rispetto delle norme sulla privacy in vigore.

Con l’obiettivo di accrescere la sicurezza, uno dei punti centrali del mandato elettorale dell’Amministrazione Bordignon, verrà installato nei prossimi giorni un nuovo controllo dei passaggi lungo la Statele 47, questa volta nella direttrice nord-sud. Modalità di utilizzo e tecnologia utilizzata saranno le stesse del varco a sud, ma questa permetterà di monitorare i mezzi che dalla futura Superstrada Pedemontana (l’attuale Nuova Gasparona) si immetteranno non solo sulla Statale ma si dirigeranno anche nella direttrice est ed ovest lungo la Regionale per Castelfranco e per Nove-Marostica.

«Siamo stati tra i primi comuni del Comprensorio ad investire sul controllo elettronico dei veicoli in passaggio – spiega il sindaco, Paolo Bordignon – uno strumento molto utile che mettiamo a disposizione delle Forze dell’Ordine e della nostra Polizia Locale.»

Va ricordato che la Giunta comunale, valutati i positivi riscontri dell’attività svolta dal 2015, con oltre 80% di servizio in esterna per il controllo del territorio, ha presentato al Consiglio comunale nella seduta dello scorso dicembre, il quale ha votato ad unanimità (14 favorevoli ed 1 astenuto), il rinnovo della convezione del servizio di Polizia Locale con il Consorzio Nordest Vicentino sino al dicembre del 2022. Rosà per i prossimi cinque anni rimarrà sede dell’Unità Decentrata con la presenza del vice-commissario a capo dell’intera struttura locale.